domenica 27 febbraio 2011

La torta per lo "yellow party"

Vi ho già scritto qui dello "yellow party" organizzato per i sei mesi di Sofia.
Questo post è per descrivere la preparazione della torta.

E' una Torta all'arancia.
Questa è la ricetta:

Ingredienti

Zucchero 300 gr
Uova 3 grandi
Arance 3
Farina 350 gr
Burro 100 gr
Lievito per dolci 1 bustina

Preparazione
Per iniziare ho spremuto le arance in un bicchiere. Poi ho diviso il tuorlo dall'albume delle uova; ai  tuorli ho aggiunto lo zucchero e ho sbattutto fino ad ottenere un composto spumoso.

 Ho aggiunto ed amalgamato il succo d'arancia.


Pian piano ho aggiunto la farina e mescolato poi velocemente per non far formare grumi.
Ho messo a scaldare il burro e quando si è fuso, aiutata dal dolce maritino l'ho aggiunto al composto con la bustina di lievito.

Ho poi montato a neve fermissima gli albumi ed li ho incorporati al composto.


Poi ho versato il tutto nella teglia rettangolare e l'ho fatta cuocere a 180° per 40 minuti circa.


Una volta cotta l'ho sistemata nel piatto di portata e l'ho fatta raffreddare prima di procedere al taglio.
Avevo stampato in precedenza un grande 6 su un cartoncino bristol. L'ho ritagliato e poi l'ho appoggiato sulla torta fredda e con un coltello dalla punta tonda ho tagliato seguendo la forma del numero.

Poi ho preparato la glassa:

Ingredienti:

200 gr. di zucchero al velo
due cucchiai scarsi di  succo di arancia.

In una terrina ho versato lo zucchero e poi piano piano ho versato il succo d'arancia, rimestando continuamente fino a che non è diventato ben sostenuto e consistente.
 

Non ho trovato il pennello per cui mi sono dovuta arrangiare con un cucchiaino per stenderla sulla torta.

Dopo ho messo sei piccoli girasoli di zuccehro. 6 come i mesi di Sofia!


Poi ho messo tutti intorno il nastrino giallo per nascondere le imperfezioni del taglio.
Questo è il risultato finale.

 

Sicuramente c'è da migliorare, per il Primo Compleanno spero di riuscire a fare di meglio!!! 
E magari se Mamma Papera organizza un altro contest ci partecipo.
Per il momento partecipo a questo:

DOLCEMENTE....CON AMORE!!! il contest di San Valentino


In tempo in tempo, visto che scade domani!!!!!

Yellow party for six months

Ieri Sofia ha compiuto 6 mesi!!
Mezzo anno.

E siccome cadeva di sabato ho deciso di festeggiare in famiglia questa ricorrenza.
Niente di particolare, solo una pizza con i nonni, zia Dina, zio Marco e Zia Bianca che però non è riuscita a trattenersi con noi tutta la serata.
Ho pensato di organizzare uno "yellow party".

Ho comprato i tovagliolini di carta e i bicchieri di plastica gialli. Ho apparecchiato con la tovaglia bianca e ho alternato tovagliolino giallo con posate bianche per un coperto e tovagliolino bianco con posate gialle per il coperto accanto.


 Ho comprato due piantine di primule gialle, ho rivestito con la carta crespa gialla il vasetto e le ho messe come centro tavola. Ho poi stampato dei grandi fiori su cartoncino giallo e ho scritto al centro "Sofia 6 mesi" e li ho piantati nel vasetto!
Sofia era di giallo vestita e io che di giallo mai mi sarei vestita ho messo un girocollo con il laccetto giallo!


Il papino la mattina è uscito e ha comprato un bel bouquet di mimose e fresie gialle!
Mi sono buttata anche nella preparazione della torta: una bella torta all'arancia a forma di "6" con sei girasoli di zucchero e decorazione gialla, ma di questo vi parlerò in un altro post.


Avevo comprato anche una minicandelina gialla, ma la piccina si è addormentata sul più bello e quindi non l'abbiamo accesa.
Eccoci qui...con la piccina pigiamata che dorme

Un nuovo ricamo

Ora che è stato consegnato ai legittimi proprietari, Zia Dina & Zio Marco, per festeggiare il loro amore e l'arrivo del gatto Sid posso pubblicare la foto del mio utlimo ricamo:

lunedì 21 febbraio 2011

Mi riprendo la mia cucina

Confesso, la cucina è la stanza della casa che preferisco.
Abbiamo un soggiorno meraviglioso, caldo, accogliente, con una libreria magnifica e un comodo divano rosso dove poter leggere...ma la cucina è mia!!!
Adoro sedermi al tavolo e leggere, cucire, ricamare o guardare la tv!
Ecco, ricamare in cucina è la cosa che mi mancava di più.
Prima della nascita di Sofia quasi tutte le sere erano dedicate al ricamo.
Quanto mi rilassavo a mettere le "crocette in croce".
Ma ovviamente tutto è cambiato da quando è nata Sofia.

Ora però... qualcosa sta cambiando!!
E' da qualche tempo che la sera si sta addormentando presto e così io e mio marito riusciamo a mangiare con calma, a seguire qualcosa in tv e a scambiare due chiacchiere.
(ti prego, fa che continui così!!!!)
E dopo cena riesco a fare il mio ricamo. Ho ripreso in mano un UFO vecchissimo. Un metro misurabimbi che avevo iniziato anni fa per il figlio di un'amica e che ora farà bella mostra nella stanza di Sofia.
Ieri sera un occhio ad Amici, un occhio al ricamo mi sono guardata intorno e ho visto quanto è cambiata la mia cucina in 6 mesi.
Il sediolone accanto al tavolo, lo scaldabiberon vicino alla macchinetta del caffè....


 e soprattutto la mensola che prima era quasi vuota ora è piena di .... pappine!



E' vero, mi mancava il ricamo e mi mancava il rilassarmi in cucina, ma quanto è bello da quando Sofia è con noi! Anche se io e mio marito non riusciamo a scambiarci due parole con calma!!!!

Con questo post partecipo al blog candy di A CASA DI SIMO

martedì 15 febbraio 2011

Libri e sondaggi

Ho trovato questo sondaggio non ricordo più dove. Mi è sembrato carino, vista la mia passione per i libri.
Ho provato a dare qualche risposta.
Eccolo qui:


Quanti libri hai letto nel 2010? Ne ho letti 18 per un totale di 7483 pagine.

Quanti erano romanzi e quanti no? Tutti romanzi.

Il miglior libro letto? Nel 2010 “Uomini che odiano le donne” di Stieg Larsson,in assoluto: Cent’anni di solitudine” di G.G. Marquez.

Il libro più brutto? "Se Solo fosse vero" di Marc Levy

Il libro più vecchio? “Shalom” Clara Costa Kopciowski. Libro letto a scuola in prima media.

Il libro più recente? “Un giorno” di David Nicholls, l’ho iniziato oggi per il GDL

Qual è il libro con il titolo più lungo?  Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop di Fannie Flagg

Quello con il titolo più corto? Neve di Maxime Fermine

Quanti libri hai riletto? “ La Profezia di Celestino” di James Redfield per capirci qualcosa in più – “Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach perché l’adoro e sicuramente qualcun altro che ora non ricordo.

Quali vorresti rileggere?  Ne ho sempre troppi di nuovi che mi attirano di più di quelli già letti. Se dovessi indicarne uno: Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop di Fannie Flagg

I libri più letti dello stesso autore di quest'anno?  Stieg Larsson. Ho letto tutta la Trilogia

Quanti di questi sono stati presi in biblioteca? Nessuno. Non mi piace prendere in prestito i libr e nemmeno darli in prestito. I libri sono miei e basta.

Dei libri letti quanti erano nel formato e-book? Nessuno. Amo sentire il profumo della carta e sentire il rumore delle pagine quando lo sfoglio.


Simpatico, vero?? Se qualcuno ha voglia di farlo...mi piacerebbe conoscere le vostre risposte!

lunedì 14 febbraio 2011

Se non ora quando?

Un milione di donne in piazza.
O come dicono loro "poche radical chic" (!!!)

Noi fisicamente non c'eravamo. Ma con il pensiero SI!
Eravamo lì per dimostrare che una donna non è solo un corpo bello ...
Se non ora quando???
E se lo dice Sofia... che ha tutta la vita davanti, chi lo deve dire???

Ti auguro figlia mia di poter dimostrare a tutti quanto vali. Quanto vale una donna.

sabato 12 febbraio 2011

Io e la dieta - aggiornamento 2

Il sabato mattina devo fare i conti con la bilancia.

Stamattina segnava






SIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!
Quindi ad oggi siamo in totale a:

venerdì 11 febbraio 2011

"La Principessa di ghiaccio" di Camilla Läckberg.

Ho finito di leggere "La Principessa di ghiaccio" di Camilla Läckberg.
Dopo aver letto tutta d'un fiato la trilogia Millenium ero incuriosita dal "filone svedese" e mi sono lasciata tentare.
Avevo letto anche un po' di recensioni positive in giro.
Però...

Ben scritto, ma dopo un bell'inizio con vari colpi di scena, un'indagine intricata e molto interessante, tutta giocata sui segreti familiari nascosti, secondo me l'autrice si è un po' persa.
Ho fatto fatica a finirlo e non solo per la mia cronica stanchezza di questi ultimi tempi!
 Il "giallo" c'è poco, la storia crea poca suspense e poi una cosa che mi ha dato molto fastidio: durante il racconto l'autrice nel tentativo di creare suspense non spiega le cose, ma lascia scorrere pagine e pagine prima di rendere noti alcuni particolari.
Un esempio: uno dei protagonisti trova un indizio una lettera, per la precisione, la legge, ma noi sappiamo solo che l'ha letta, non cosa c'è scritto... e dobbiamo aspettare decine di pagine per conoscerne il contenuto. E questo magari una volta ci sta pure...ma non sempre!!! Grrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!

Un'altra nota negativa: il libro non è diviso in capitoli.
ci sono due righe bianche nella stessa pagina tra un capitolo e l'altro, senza numerazione.
Questo rende il libro ancor più difficile da leggere...se non ci si accorge dello spazio bianco si salta da una cosa all'altra senza accorgersi del cambio capitolo...mah!!!
Mi aspettavo decisamente molto di più, vista la pubblicità.
Paragonare poi la scrittrice ad Agatha Christie è veramente un paradosso!
Conclusione… tre stelline!!

Piango....

Piango fin che mi pare e piango più che posso.
Piango perché non so parlare.
Piango per solidarietà con i miei amici.
Piango come piangono i bambini in tutto il mondo.
Piango così qualcuno prima o poi verrà.
Piango perché non so cosa fare.
Piango perché sono stufo di guardare il soffitto bianco.
Piango perché ho fatto tanta cacca.
Piango perché ho caldo, perché ho freddo,
perché sto bene, ma non voglio darvi la soddisfazione.
Piango non so perché, ditemelo voi se lo sapete,
oppure chiedetelo al pediatra che lui ha studiato.
Piango perché per ora è la cosa che so fare meglio.
Piango perché così creo un gran bel putiferio.
Piango perché anche voi alla mia età piangevate.
Non ricordo più perché ho iniziato a piangere,
ma prima un motivo sono sicuro che c’era.
Ovviamente piango perché ho fame e non
arrivo ancora alla maniglia del frigo.
Dopo il pasto piango perché ho mangiato troppo
e ho l’aria nella pancia.
Piangere però non fa male, non si muore di pianto,
anzi se non piangessi morirei.
Quando piango sono sicuro che vi ricordate
di me e che state male per me.
In realtà io non piango mai per niente, quando piango è perché voglio qualcosa e alla mia età i desideri e bisogni corrispondono sempre.
Perciò non preoccupatevi troppo e sforzatevi invece di capire di cosa ho bisogno così ci mettiamo tutti calmi e tranquilli.
E fra poco si ricomincia…..


l'ho trovata su un forum. Troppo bella!!!

mercoledì 9 febbraio 2011

blog Candy con ...swap!!

che idea carina.. nuova e divertente!
Guardate Supermamma cosa si è inventata: un Candy-con-swap!!!



io adoro leggere e confesso che questi libri sono nella mia wish list!!
Spero di essere tra le fortunate!!!
Provateci anche voi... c'è tempo fino al 28 febbraio!!!

lunedì 7 febbraio 2011

Ricamo completato

Ci ho messo poco... vi avevo fatto vedere l'inizio del ricamo qui. Era il 24 gennaio.
Sabato pomeriggio: Papino e Sofia sul divano: lui a guardare Batman forever, lei a dormire beata tra le sue braccia, io in cucina... ho terminato il mio ricamo.
Eccolo qui:



Adesso devo trovare una cornice adatta da mettere nella cameretta di Sofia.

martedì 1 febbraio 2011

Il compleanno di Zio Ciro

Ieri lo zio di mio marito ha compiuto 90 anni!!!
Che traguardo!! Certo ha avuto un po' di problemi di salute, ma la sua forza e la sua enorme voglia di vivere e soprattutto l'amore incondizionato della moglie hanno avuto la meglio sull'età e la malattia.
Eccoli qui felici davanti ad una meravigliosa millefoglie. (oddio ...la mia dieta!!!!)


Prima uscita "pubblica" di Sofia ieri sera.
Per la prima volta siamo andati al ristorante con persone che lei non conosce e che non ha mai visto prima
Ero un po' preoccupata. Che reazione avrebbe potuto avere davanti alla calca di persone che avrebbe fatto a gara per prenderla, guardarla, toccarla, salutarla?
E invece è stata bravissima!!! Ha guardato tutti con attenzione e ha scelto con calma a chi sorridere e a chi no, con chi giocare e chi no. E' andata a sensazioni. E devo dire, non conoscendo bene nemmeno io queste persone, abbiamo avuto le stesse sensazioni!!!
E' stata dolcissima con lo zio neonovantenne. Gli ha fatto caro con la "manina"

E poi si è letteralmente schiattata dalle risate con zia Dina, la sua madrina di Battesimo, con la quale ha stabilito un bellissimo rapporto, pur non vedendola spessissimo.

Conclusione della serata: le mie preoccupazioni erano inutili. Sofia è una bimba socievole che sta volentieri anche con chi non conosce.
E ho scoperto che mia figlia a 5 mesi sa già quello che vuole: lo spumante!!!!!



Questo è il regalo che io&Sofia abbiamo fatto a Zio Ciro