martedì 20 dicembre 2011

La vita rimane la cosa più bella che ho

Gli amici di sempre 
Gli abbracci più lunghi
la musica, i libri, aprire i regali
i viaggi lontani che fanno sognare
i film che ti restano impressi nel cuore
gli sguardi e quell'attimo prima di un bacio
le stelle cadenti il profumo del vento
la vita rimane la cosa più bella che ho..


Una stretta di mano 
tuo figlio che ride
la pioggia d'agosto
e il rumore del mare
un bicchiere di vino insieme a tuo padre
aiutare qualcuno a sentirsi migliore
e poi fare l'amore sotto la luna
guardarsi e rifarlo piu forte di prima
la vita rimane la cosa piu bella che ho

Stasera tornando a casa, complici il traffico prenatalizio e la radio accesa, mi sono trovata ad ascoltare questa canzone guardando mia figlia che giocava con "bimbo Ugo" seduta nel suo seggiolino alle mie spalle. Giocava e rideva e allora ho pensato che davvero LA VITA è la cosa più bella che ho.

Queste sono le mie piccole cose, le prime che mi vengono in mente, quelle che mi fanno stare bene:

ridere a crepapelle sotto le coperte
una manina che ti tocca il viso
un sorriso a pochi denti
una telefonata del nonno il giorno del tuo compleanno
la musica
i libri
aprire i regali
un'amica ritrovata

e le vostre??

venerdì 16 dicembre 2011

Una nuova passione: le torte decorate in pasta di zucchero

Dopo aver fatto il mio primo esperimento con la pdz mi sono iscritta ad un corso per imparare qualche segreto in più!
Proprio a due passi dall’ufficio c’è uno splendido negozio: Cake Appeal che organizza un Corso Professionale di Cake Maker.
Visto che i corsi sono serali mi ci sono iscritta volentieri. 
Ho fatto il livello base e devo dire che mi sono divertita tantissimo. Ho imparato tante cose e ho capito dove avevo sbagliato quando avevo fatto i miei primi esperimenti!
Questo è quello che abbiamo realizzato:


Esaltata dalla bellezza di questa torta mi sono cimentata nella preparazione della torta per il mio compleanno.
Ho preparato un semplice pan di Spagna e l’ho farcito con crema rocher. 
Quale motivo poteva avere la torta per il MIO compleanno? LA MUCCA, ovviamente!! E così ecco qui il risultato: 

Il risultato non è proprio eccellente, però diciamo che questo è il mio secondo esperimento da sola!!

Non mi sono persa d’animo e lo scorso week end anche se avevo detto no… mi sono messa di nuovo all’opera. La mia mamma mi ha regalato uno stampo in silicone a forma di margherita. Potevo mai non provarlo???
Ecco qui il risultato:


Mi piace proprio questa mia nuova passione…peccato per la dieta!
Cake appeal ha organizzato un corso “speciale Natale” e mi ci sono precipitata!!!
Ecco il Babbo Natale bloccato nel camino realizzato l’altra sera.


Adesso a Gennaio mi aspetto il livello intermedio del corso. Faremo le torte a due piani! Non vedo l’ora!!!!


giovedì 8 dicembre 2011

Nuova pubblicazione del maritino!!!

Vi avevo detto qui che il maritino aveva scritto un articolo per la rivista russa "Buona Italia".
La traduzione in italiano dello stesso articolo è stata ora pubblicata sul sito della Scuola Europea Sommelier.
Vi lascio il link dell'articolo, se vi va di leggerlo!!!

Il Vino Italiano e la Mozzarella di Bufala DOP, alla conquista della Russia

lunedì 5 dicembre 2011

un UFO che diventa WIP - Progressi

Piano piano prende sempre più forma.
Siamo quasi alla conclusione, manca poco!

Le ultime crocette che vi ho mostrato erano di settembre. Eccole qui.
Questo week end, complice il brutto tempo, ho avuto un bel po' di tempo per ricamare, E così altri due numeri hanno preso vita. Ne mancano altri due! Il proposito buono è di finirlo entro la fine dell'anno!
Ce la farò? ... Ce la posso fare!!!!

Ecco le foto di questi ultimi progressi


giovedì 1 dicembre 2011

E occhiali siano...

Da un bel po’ di tempo io e il maritino avevamo notato che l’occhietto sinistro di Sofia tendeva ad essere un po’ storto. Al controllo la pediatra ci aveva detto di aspettare un po’ per una visita oculistica perché fino ad un anno poteva essere “fisiologico”.
Così ad un anno compiuto abbiamo prenotato la nostra prima visita oculistica.
Abbiamo messo per ben tre giorni mattina e sera le gocce di atropina per dilatare la pupilla…. Ve la immaginate una peste come Sofia a farsi mettere le goccine??? L’abbiamo dovuta mantenere in due!!!!!
Andiamo finalmente a controllo e dopo ben 7 minuti ( E DICO SETTE!) arriva la diagnosi dell'oculista: IPERMETROPIA.
E anche abbastanza forte. Dovrà portare gli occhiali, ma questo oculista dice che ora è troppo piccina e dobbiamo aspettare che compia i due anni. Quindi ci fissa un appuntamento per settembre per un nuovo controllo.

Ora detto tra noi... è vero che ad una bimba così piccola è difficile fare una visita, ancor di più se oculistica, ma la visita è durata esattamente 7 minuti. Cioè abbiamo aspettato tipo due ore per stare lì dentro 7 minuti.
Onestamente non ci ha molto soddisfatto e con il maritino abbiamo deciso di portarla da un altro oculista.

Consigliati da un’amica abbiamo prenotato una nuova visita da una dottoressa. Durante l’attesa l’assistente ha torturato Sofia con le gocce di atropina. E dopo un pochino siamo entrati.

Una dottoressa gentilissima e dolcissima. Uno studio accogliente. Baglioni in sottofondo (solo per questo … è già la mia dottoressa preferita!!!!!!).
Sofia all’inizio è stata scontrosa, ma poi si è lasciata tentare dalle coloratissime caramelle che ha visto sulla scrivania!
Le ha fatto una visita accuratissima e scrupolosa guardando con calma prima un occhio e poi l'altro. Nulla è cambiato perché come già ci avevano detto è risultata una forte ipermetropia, con aggiunta di astigmatismo per non farci mancare nulla.
Non è stato facile: Sofia seduta in braccio a me, io le tenevo le braccia, il maritino le gambe e l’assistente le ha bloccato la testa. Povera piccola…una vera tortura. Ma era a fin di bene….

La dottoressa è stata molto chiara nella diagnosi e ci ha detto che deve mettere gli occhiali...prima di ora!
Nel senso che secondo lei prima si mettono meglio è.
E comunque ci ha detto che cominciando ora con le lenti abbiamo ottime possibilità di recupero.
Ci ha detto che avremmo dovuto farla vedere prima. Io le ho detto che la pediatra ci aveva consigliato di aspettare l'anno di età, ma lei ci ha detto che avendo in famiglia casi di ipermetropia (il maritino) la pediatra doveva subito farci fare una visita. Va beh.

Ci ha detto anche che contrariamente a quanto si possa pensare i bimbi più sono piccoli più facilmente si abituano agli occhiali perchè subito si rendono conto di vederci meglio

Così il sabato dopo la visita siamo andati a fare i nostri occhialetti. Non è stato facile nemmeno qui.
Dall’ottico Sofia è stata poco collaborativa. Troppa gente che le metteva le mani in faccia… e lei si è infastidita più del solito. Alla fine siamo riusciti a provarle un bel paio di occhialini rosa con le stanghette gialle. Non trovate sia bellissima????


I primi due giorni sono stati difficili…come la dottoressa ci aveva preannunciato. Appena si accorgeva di averli li toglieva. E si allontanava correndo quando cercavo d i rimetterglieli. Senza costrizioni e senza obblighi ho cercato di farglieli accettare gradatamente. 

E poi lei è circondata da “occhialuti” il papà, tutti i nonni e anche Zio Marco… per l’occasione ho sfoggiato anche io i miei occhiali che giacevano nella loro bella custodia sul fondo della borsa. (lo so, lo so, dovrei metterli più spesso anche io!!)

Adesso che è passato qualche giorno i capricci si riducono solo al primo mattino quando dopo che l’ho vestita glieli metto. 30 secondi di capricci ma poi basta distrarla e se li dimentica fino al riposino!
Speriamo continui così…