domenica 26 marzo 2006

E' una vita che ti aspetto

E' una settimana che mi porto dietro questo libro sperando di poter leggere delle pagine con una persona. Ma tant'è... non c'è mai tempo... o forse la voglia.

 

 

"Quante cose si imparano dalle relazioni sbagliate. Almeno tante quante da quelle giuste."

Forse il problema non era capire o far capire, ma era amare."

 

"Quando guardo un tramonto e mi emoziono, non mi domando a che velocità gira la Terra o a che distanza è il Sole o quanto sono grandi... Amo quel momento. Punto. Non c'è da capire, c'è da amare."

 

"Amare con la testa non vuol dire essere razionali, ma vuol dire coltivare un'educazione al sentimento che non sarà mai distruttivo. Perchè l'amore, quando è distruttivo, non è amore. Quella considerazione, quella scoperta, mi ha aiutato ad avvicinarmi agli altri nel modo giusto."

 

"Perchè poi la sera quando tornavo a casa, avevo voglia di stare con una persona che mi avesse scelto. Volevo essere SCEL-TO! Volevo una persona che voleva me. Una persona per la quale io non potevo essere sostituito da un giorno all'altro. Una persona che mi facesse sentire speciale. Diverso da tutti. Un individuo. Una persona. Un principe azzurro. Come quando ero piccolo e per la mia mamma io ero io. Il suo bambino."

 

 

... la sua bambina...

 

 

Molti  mi hanno detto che era una storia scontata e banale . Ma io ho creduto a chi me l'ha consigliato e regalato. E come sempre mio zio ha avuto ragione!!!

 

 

mercoledì 22 marzo 2006

Gabriel García Márquez

Gabriel García Márquez si è ritirato dalla vita pubblica per ragioni di salute: cancro linfatico.

Ora sembra che sia sempre più grave.

Ha spedito una lettera di congedo ai suoi amici, e grazie a Internet si sta diffondendo.

 


 Se per un istante Dio si dimenticasse che sono una marionetta di stoffa e mi facesse dono di un pezzo di vita, probabilmente non direi tutto ciò che penso, ma penserei a tutto ciò che dico.



Valuterei le cose, non per il loro valore, ma per ciò che significano.

Dormirei poco, sognerei di più, essendo cosciente che per ogni minuto che teniamo gli occhi chiusi, perdiamo sessanta secondi di luce.
Andrei avanti quando gli altri si ritirano, mi sveglierei quando gli altri dormono.



Ascolterei quando gli altri parlano e con quanto piacere gusterei un buon gelato al cioccolato.



Se Dio mi desse un pezzo di vita, mi vestirei in modo semplice, e prima di tutto butterei me stesso in fronte al sole, mettendo a nudo non solo il mio corpo, ma anche la mia anima.



Dio mio se avessi un cuore, scriverei il mio odio sul ghiaccio e aspetterei l’arrivo del sole. Sulle stelle dipingerei una poesia di Benedetti con un sogno di Van Gogh e una canzone di Serrat sarebbe la serenata che offrirei alla luna.



Annaffierei le rose con le mie lacrime per sentire il dolore delle loro spine e il rosso bacio dei loro petali.



Dio mio se avessi un pezzo di vita, non lascerei passare un solo giorno senza dire alle persone che amo, che le amo. Direi ad ogni uomo e ad ogni donna che sono i miei prediletti e vivrei innamorato dell’amore.



Mostrerei agli uomini quanto sbagliano quando pensano di smettere di innamorarsi man mano che invecchiano, non sapendo che invecchiano quando smettono di innamorarsi!

A un bambino darei le ali, ma lascerei che imparasse a volare da solo.


Ai vecchi insegnerei che la morte non arriva con la vecchiaia, ma con la dimenticanza.


Ho imparato così tanto da voi, Uomini... Ho imparato che ognuno vuole vivere sulla cima della montagna, senza sapere che la vera felicità sta nel come questa montagna è stata scalata.



Ho imparato che quando un neonato stringe per la prima volta il dito del padre nel suo piccolo pugno, l’ha catturato per sempre.



Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardare dall’alto in basso un altro uomo solo per aiutarlo a rimettersi in piedi.



Da voi ho imparato così tante cose, ma in verità non saranno granchè utili,
perchè quando mi metteranno in questa valigia, starò purtroppo per morire.

Dì sempre ciò che senti e fa’ ciò che pensi.

Se sapessi che oggi è l’ultima volta che ti guardo mentre ti addormenti, ti abbraccerei fortemente e pregherei il Signore per poter essere il guardiano della tua anima.


Se sapessi che oggi è l’ultima volta che ti vedo uscire dalla porta, ti abbraccerei, ti darei un bacio e ti chiamerei di nuovo per dartene altri.


Se sapessi che oggi è l’ultima volta che sento la tua voce, registrerei ogni tua parola per poterle ascoltare una e più volte ancora.


Se sapessi che questi sono gli ultimi minuti che ti vedo, direi "ti amo" e non darei scioccamente per scontato che già lo sai.


Sempre c’è un domani e la vita ci dà un’altra possibilità per fare le cose bene, ma se mi sbagliassi e oggi fosse tutto ciò che ci rimane, mi piacerebbe dirti quanto ti amo, che mai ti dimenticherò.

Il domani non è assicurato per nessuno, giovane o vecchio. Oggi può essere l’ultima volta che vedi chi ami. Perciò non aspettare oltre, fallo oggi, perchè se il domani non arrivasse, sicuramente compiangeresti il giorno che non hai avuto tempo per un sorriso, un abbraccio, un bacio e che eri troppo occupato per regalare un ultimo desiderio.



Tieni chi ami vicino a te, digli quanto bisogno hai di loro, amali e trattali bene, trova il tempo per dirgli "mi spiace", "perdonami", "per favore", "grazie" e tutte le parole d’amore che conosci.

Nessuno ti ricorderà per i tuoi pensieri segreti. Chiedi al Signore la forza e la saggezza per esprimerli. Dimostra ai tuoi amici e ai tuoi cari quanto sono importanti.

martedì 21 marzo 2006

Non ti muovere...

Pensieri di fine film...

Dentro di me c'è una sedia vuota ...

Forse dormiva... e quel pensiero mi acquietava, saperla addormentata, mentre io...

Avevo mentito d'istinto... ero io il desaparecido. Io con il mio lavoro, senza orari...


Timoteo è un uomo coraggioso.
E' Amore? Forse!
E' desiderio e voglia di fuggire da una vita in cui si sente solo un ospite...



Un senso
Voglio trovare un senso a questa sera
Anche se questa sera un senso non ce l’ha
Voglio trovare un senso a questa vita
Anche se questa vita un senso non ce l’ha



Voglio trovare un senso a questa storia
Anche se questa storia un senso non ce l’ha
Voglio trovare un senso a questa voglia
Anche se questa voglia un senso non ce l’ha


Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà...
Domani arriverà lo stesso

Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani un altro giorno arriverà...



Voglio trovare un senso a questa situazione
Anche se questa situazione un senso non ce l’ha
Voglio trovare un senso a questa condizione
Anche se questa condizione un senso non ce l’ha


Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà
Domani arriverà lo stesso

Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani un altro giorno arriverà...
Domani un altro giorno... ormai è qua!


Voglio trovare un senso a tante cose
Anche se tante cose un senso non ce l’ha

sabato 18 marzo 2006

Voltare pagina...

Lentamente muore

chi non capovolge il tavolo,

chi è infelice sul lavoro,

chi non rischia la certezza, per inseguire un sogno,

chi non si permette almeno una volta nella vita

di fuggire ai consigli sensati.

 

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,

chi non si lascia aiutare,

chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna

o della pioggia incessante.

 

Lentamente muore

chi non cerca e non trova

il piacere di

voltare pagina!

domenica 12 marzo 2006

Sergio Cammariere

Me la sono cercata da sola.. questa canzone.

Nessuno è come te!!!! +++

 

 

 

 

Nessuna è come te

Sergio Cammariere

 

Vorrei portarti via con me
Lasciando dietro un tempo che
Cancelli l’odio e la violenza
Che mi han fatto stare troppo tempo senza te
Se fossi tu amore mio a dare un senso a ciò che io da molto tempo

sto cercando

 

Guardando in alto vedo che la notte e scesa su di me
La notte col suo nero manto.
Però non c’è nessuna al mondo
no, nessuna al mondo mi sa dare quello che tu dai a me
Perché nessuna, nessuna è come te.
Ti lascerei ore ed ore passeggiare nel mio cuore
Perché lo sai che c’è una stanza nel mio cuore dove vivi solo tu
Come in un tempio dell’amore aspetterei senza parlare un cenno tuo

dalla distanza
E quando avrò capito che tu sei venuta qui per me a dirmi che non

puoi stare senza

 

Però non c’è nessuna al mondo
no, nessuna al mondo mi sa dare tutto quello che tu dai a me
Perché nessuna, nessuna è come te

 

Sono caduto qui in quest’angolo di tempo sono rimasto qui ad

osservare quel che ho dentro
Poi sei arrivata tu, sei arrivata tu
A dare un senso
E ora non chiedermi a che penso
Se c’è un motivo o se non c’è
Perché lo sai che l’unica motivo dentro me è quello che adesso sto

cantando.

 

Però non c’è nessuna al mondo no, nessuna al mondo
Mi sa dare tutto quello che tu dai a me
Perché nessuna è come te.

domenica 5 marzo 2006

abbattuto un muro...

...quello dei 55 KG!!!

anche se qualcuno toccandomi la "panza" dice che non è vero...!

 

Sono arrivata quasi al mio peso forma... ancora un piccolo sforzo... e ce la farò..

 

Mi sento proprio bene... con tutti questi kg in meno!!!!

Un po' meno per altre situazioni... ma si va avanti.

 

Come dice la mia amica Donatella... andiamo avanti... e sfoghiamoci ogni tanto, ne abbiamo bisogno.. non siamo di ferro!!!

 

A volte basta anche solo la mia smemo...

 

 

 

 

venerdì 3 marzo 2006

l'uomo delle stelle

E non è un mondo se
Non mi fa amare quel che c'è


E non è vita se

Non posso viverla con te

Ti cercherò
Tra mari aperti nell'eternità

Ti ruberò
Anche all'eternità

Che bella sei
Così precisa dentro ai sogni miei

Che luce fai
Quando ti guardo e non lo sai

Il vento ti parlerà
Di quell'uomo che vive per te

E io sarò
Vita per sempre con te

Ti troverò
E stenderò tutte le stelle

Ci riuscirò
Perchè son l'uomo delle stelle

Che bella sei
Unica luce dentro agli occhi miei

Mi guarderai
Come non mi hai guardato mai

Il tempo ci sfiorerà
E saremo per sempre io e te

E io sarò
Sarò l'uomo che vive per te

E resterò
Vita per sempre con te