sabato 16 giugno 2018

Il commissario Adamsberg, Fred Vargas

Grazie alle mie amiche bookaholic ho scoperto un'autrice che non conoscevo Fred Vargas e soprattutto ho conosciuto il commissario Jean-Baptiste Adamsberg.
Amore a prima vista, o meglio a prima lettura.
Il commissario è quello che si dice "uno spirito libero", sempre assorto nei suoi pensier, al quale piace camminare e pensare. Ha una squadrta un po' strampalata, che un po' ricorda I bastardi di De Giovanni. Tante personalità diverse tenute però insieme da un uomo solo che riesce sempre grazie alle sue intuizione a risolvere i casi.

I libri vanno letti obbligatoriamente in ordine. Non conviene saltare da un libro all'altro perché c'è una storia orizzontale che si segue di libro in libro.
Questo è l'ordien in cui vanno letti che però non è l'ordine di pubblicazione in Italia, perciò bisogna fare attenzione:

1. L'uomo dei cerchi azzurri
2. L'uomo a rovescio
3. Parti in fretta e non tornare
4. Sotto i venti di Nettuno
5. Nei boschi eterni
6. Un luogo incerto
7. La cavalcata dei morti
8. Tempi glaciali
9. Il morso della reclusa

Io ora sono al quarto libro. Dopo un inizio un po' in sordina ora è un continuo crescendo e non riesco a staccarmi. Per "non stancarmi" non li sto leggendo di seguito, cerco di intervallare con altro. Ma quando finisco un libro il mio primo pensiero è "torno da Adamsberg?".
Non riesco a farne a meno. Voi l'avete letto? Che ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...