martedì 29 agosto 2006

Mi sembra di sentire......El Kebir!!!!!

Oggi primo giorno di lavoro e sono già depressa.

E' sempre brutto rientrare dalle ferie. Soprattutto quando hai da poco finito una bella vacanza!

 

Ho passato una settimana meravigliosa in Tunisia al villagio Valtur di El Kebir!!


Obiettivo 5 del mattino!!

 

Mi ci vedete a fare le 5 del mattino???? :)

devo dire la verità... è stata la mia prima esperienza di villaggio
Dopo i primi due giorni ho pensato che la vita di villaggio non facesse per me...
poi però mi sono fatta prendere dall'allegria dell'equipe e dalla simpatia delle mie compagne di viaggio...
e via... mi sono catapultata in una settimana fatta di divertimento e risate, di feste in piscina e di serate in spiaggia e poi..
ho scoperto la VELA!!!!!! :p)


Il villaggio è un villaggio energy, per chi ha voglia di fare sport è l'ideale!!
E' molto grande, diviso in oasi... noi eravamo alla 8... e meno male...altrimenti a Ferragosto avremmo preso le secchiate d'acqua!!!!
Contrariamente a quanto letto in giro è molto pulito, ben tenuto.. anche la spiaggia, bianca, è ben tenuta e sempre pulita.
I lettini in spiaggia... però sono davvero scomodi.. forse lo fanno apposta, così non ci rimani steso x molto e partecipi a tutte le attività che vengono organizzate!!!

Il cibo mi ha un po' deluso. Mi avevano detto che in Valtur si mangiava benissimo... beh.. questa è l'unica critica che posso fare al villaggio!
Non mangiando carne mi sono praticamente buttata sul pesce...ma che delusione... cotto male, secco e poco vario...
solo il giorno di Ferragosto c'era di tutto di più. E anche l'ultima sera... sono riuscita a mangiare del tonno fresco arrostito al momento davvero squisito.
Abbandonando l'idea di mangiare pesce mi sono messa alla ricerca di formaggi... altra delusione!! Nulla!!!
sarebbe il villaggio adatto per un mio amico... c'è praticamente un solo tipo di formaggio che somiglia un po' alla feta greca...

 

Va beh... un po' di dieta non fa mai male!!!

 

Bellissima anche l'escursione.. una mattinata intera ad immergersi nei colori e nei profumi degli affollati vicoli della medina di Tunisi, vero cuore pulsante
del modo di sentire e concepire la vita dei popoli arabi.
E' stato "istruttivo" aggirarsi per i vicoli della Tunisi vecchia e osservare come la vita lì è totalmente diversa dalla nostra!
Certo... non bisogna fermarsi ai numerossisimi bazar che vendono di tutto di più a prezzi esageratissimi...
ehi amico, vengo da Napoli, sai????

 

Interessantissima anche la visita al parco archeologico di Cartagine.
La maestosa città fenicia venne rasa al suolo subito dopo la conquista romana  e ora ne rimangono pochi resti, come le Terme fatte edificare da Antonino Pio in prossimità del mare.

Ancora più interessante è stata la visita del caratteristico paesino di Sidi Bou Said a circa 17 Km. da Tunisi.
Qui il paesaggio ricorda molto da vicino le atmosfere dei paesi delle isole greche, dall'architettura delle case dipinte nei toni pastello bianchi e azzurri, ai fiori e alle piante che spuntano da minuscoli giardini incastrati tra una casa e l'altra. Ho scoperto il perchè del bianco e dell'azzurro...
L'azzurro simboleggia la serenità e il bianco la purezza... e poi dicono che l'azzurro allontani le zanzare!!!!!

Ho bevuto un buonissimo thè alla menta con i pinoli in uno dei bar della piazzetta principale mettendo i fiori di gelsomino all'orecchio sinistro.
Tradizione vuole che si metta il gelsomino all'orecchio destro se si è fidanzati... oppure al sinistro se si è single..
Ops... non se n'è accorto nessuno che l'avevo messo a sinistra!!! :)

Pazienza....

 

Che dire dell'animazione? Semplicemente FANTASTICI, tutti davvero tutti. Bravissimi in qualsiasi situazione ... anche quando la pioggia improvvisa rovina i progetti fatti.
Certo, qualcuno resterà di più nei miei ricordi per la simpatia, ... quanti siete?
per la spontaneità, perchè no... per la bellezza ... e soprattutto perchè riconosce una "CLABBER"...

 

Spesso ho sentito dire che lasciare un villaggio alla fine della vacanza era tristissimo.
Ho sentito di persone che addirittura lasciavano il villaggio in lacrime.
Ho pensato che esagerassero ...

Ora posso dire che è davvero triste lasciare il villaggio.
Si crea una sintonia che non è paragonabile ad altre situazioni...

 

Non posso finire il breve resoconto della settimana senza ricordare le mie compagne di viaggio... Anna, Dudù, Elvira, Roberta, Rosa, Veronica....  in rigoroso ordine alfabetico, senza le quali questa settimana non sarebbe stata la stessa...

 

E per chi c'era... ad EL KEBIR:

 

senz'e te nun pozz' stà pecchè tu m'appartien'
pecchè me piaci tu..

 

A breve metterò on line anche un po' di foto!!!!

 

1 commento:

  1. Ciao. Ank\'io ero al El Kebir qst estate ma la settimana era dal 3 al 10 agosto.  :-)
    (Mi sembra di sentire battere le mani...le mani le mani le mani....)
     
    Passa a trovarmi nel mio blog se ti va.
    Ciao
     
    Gigi

    RispondiElimina

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...