lunedì 26 ottobre 2009

Poesie argentine: Juan Gelman

 

 

“Le mie voglie di baci e di parole

sono una stanza molto grande dove

siede assurdamente il cuore. Vale a dire, sopravvive.

Nel taglio delle sue strane correnti”.

(Juan Gelman)


Il mio cuore. Cuore indomito,
cuore pulsante.

In questo mio tumulto del cuore,

mentre aspetto, mentre ti aspetto,

tutte le finestre sono aperte:

entra la luce, entra il vento e sbatte gli scuri.

In lontananza, il mare.

 

Nessun commento:

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...