giovedì 26 settembre 2013

La "scuola dei grandi" - Primi giorni all'asilo

Avrei dovuto scrivere questo post qualche giorno fa, ma siccome noi non ci facciamo mancare nulla dopo solo due settimane di asilo (di cui la prima solo due ore al giorno!) la monella è a casa con l'influenza!
E va beh....

Cominciamo dall'inizio.
Il 5 settembre c'è stata la prima riunione a scuola. Abbiamo conosciuto le maestre e abbiamo visto la classe che i bimbi avrebbero frequentato. La sezione di Sofia si chiama "Mongolfiera" e all'ingresso dell'aula c'è disegnata una bellissima mongolfiera colorata che vola tra le nuvole.

L'inserimento si è svolto così:
La prima settimana i bimbi sono stati divisi in due gruppi in ordine alfabetico di circa 13 bimbi. Il primo gruppo dalle 8.00 alle 10.00. Il secondo dalle 10.30 alle 12.30.
Sofia faceva parte del primo gruppo, ma ho prontamente fatto cambio con una mamma che aveva problemi di lavoro, così siamo entrate al secondo turno. Due i motivi fondamentali che mi hanno spinto a cambiare.
Il primo: sarebbe capitata con un bimbo che già conosce e con il quale ci incontriamo ai giardini.
Il secondo: entrando alle 10.30 la sveglia sarebbe suonata più tardi. Per lei.... eh! Mica per la mamma!!!!!

La seconda settimana tutti i bimbi insieme (povere maestre!!!) hanno fatto orario pieno fino alle 12.30. Ingresso tra le 8.00 e le 9.00.

La terza settimana, ma noi siamo a casa, si aggiunge la refezione e l'uscita è tra le 16.15 e le 16.30

Per l'inizio della scuola ho preparato un po' di cose ricamate che servono durante l'anno. Il segno distintivo di Sofia a scuola è una stellina, così per farglielo memorizzare bene l'ho ricamato con il suo nome sul sacchetto per il cambio, sui grembiulini, sul lenzuolino per la nanna e sul plaid.


I primi giorni di scuola sono andati bene. Sofia ha il grosso problema del momento del distacco. E' proprio lasciarmi andar via che le fa male. E' un problema che avevamo già al nido. Anche a luglio, gli ultimi giorni di scuola c'erano ogni tanto pianti disperati! E' solo quel momento. Poi le passa tutto ed è tranquilla, partecipe e attenta a quanto succede intorno a sè.

Quindi il tragitto per andare a scuola (che è davvero pochissimo) lo facciamo sempre ridendo e scherzando.
Eccola mentre si nasconde per non farsi trovare dal suo amichetto Samuele, con il suo immancabile zainetto di Peppa Pig.



E' contenta della "scuola dei grandi". Le piace e si diverte. Ha preso subito in simpatia le nuove maestre soprattutto la maestra Maria (che guarda un po'... è di Benevento!!!!)
Pensavo che la mattina facesse capricci per alzarsi e prepararsi, invece stranamente è successo solo una volta.
E' stata una emozione forte vederla per la prima volta con il grembiulino. Pensare che questo piccolo scricciolo sta iniziando un nuovo cammino e diventa una bimbetta che accede alla scuola materna (che ora si chiama scuola dell'infanzia, ho scoperto). Sembra ieri che a malapena riusciva a sgambettare per casa e invece ora è una monella che va alla "scuola dei grandi".



Peccato che ora dobbiamo ricominciare tutto da capo, dopo una settimana di influenza.

1 commento:

  1. Bella lei ! Se leggi i nostri post al momento c e si qualcosa di positivo ma il distacco per lui è taanto difficile

    RispondiElimina

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...