giovedì 7 dicembre 2006

un mondo a forma di te

meglio di no non voltarsi mai quando si va via
perché voltarsi è già un po' tornare è già nostalgia

e non si va mai così lontano e mai via di qua
mai come quando non si sa bene dove si va

...

così si va non perché ci sia qualche cosa poi
che è da vedere ma per vedere cosa c'è in noi
e poi non vedi mai ciò che pensi che incontrerai
ma trovi sempre quello che non hai pensato mai

un altro sole in più saliva sulla strada
ed io scendevo giù con passi da impostore
e intinsi dentro il blu la punta di una spada

non odiarmi tu senza rancore
me ne vado da te
con un sasso nel cuore
senza rancore

...

viviamo come zebre poi
rinchiusi dietro gli steccati
illusi di sembrare
dei cavalli bianchi

...

ciò che hai davanti è di più di quello che hai avuto già
anche se quello che hai avuto sempre davanti sta
e tanto quello che perdi non ti perdona mai
perché per perdere e perdonare ci vuole sai

e se ora vado via arrivederci a un giorno
e non sarà l'addio di questo viaggiatore

un grano di utopia ti porto al mio ritorno
un universo mio
senza colore

0 commenti:

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...