giovedì 9 agosto 2007

La vita segreta delle mucche






















Ho scoperto questo sito per caso:
http://www.secretlifeofcows.com/site.html

"The secret life of cows" è una mostra di foto che si tiene per tutta l'estate alla Bergamont Station di Santa Monica in California. Sono foto divertenti e creative di mucche ritratte in pose imbarazzanti, stupide o solo divertenti, opportunamente ritoccate al computer. L’autore è Glen Wexler ed è considerato uno dei più grandi fotografi digitali.



















Non sono meravigliose?
Io adoro le mucche... lo sapete no?
Sono animali simpatici, enormi e mansueti.
Simboleggiano la maternità, sono presenti in tutte le culture, in India vengono addirittura adorate!!!
La mucca è un ruminante perché mette in bocca il cibo e dopo essersi per un pò riposata, lo rimastica e lo manda negli altri stomaci dove avviene la digestione.
Sapete, penso che dovremmo fare un po' come le mucche: riflettere, fantasticare, rimuginare e riconsiderare concetti e pensieri molto attentamente prima di arrivare a una conclusione, o meglio, alla digestione.




















Da “ Esercizi del giorno” di Frank Markel Taw

- Impossibile non chiedersi: “perché?”
- Oddio no! Ci risiamo col perché? Ti sei mai chiesto il perché del ritratto di Jacque Fernant?
- No, certamente no!
- E allora lascia fare alle mucche. Lascia che ti guardino e che scrutino in te tutta la fantastica storia di ognuno di noi. Chiediti, semmai, perché noi?
- Come perché noi, noi ci siamo.
- Già, e le mucche no?
- Quindi sostieni che siano loro a guardare noi e non noi a guardare loro?
- Certo! Vedi tu pensi semplicemente alla mucca, alla carne, al latte, punto. Guarda invece il loro sguardo, non capisci che ti guardano? Non senti che stanno pensando?
- Ma cosa vuoi che pensi una mucca?
- Che tristezza!
- La tristezza?
- No, che tristezza tu! Sei privo di sentimento. Ovvio che la mucca pensa! Hai mai guardato con attenzione come è capace di fissarti una mucca? Non comprendi che in quell’istante sta meditando?
- Ma tu sei pazzo!
- E tu sei povero!
- Se fosse come dici tutti gli animali pensano.
- Certo, chi più chi meno!
- La mucca?
- La mucca ovviamente più. La mucca ha tantissimo tempo, la mucca più che pensare medita.
- E poi?
- E poi se ne frega!
- Che intendi?
- Semplice: una volta pensato e meditato se ne frega, cambia pensiero!
- Che banalità.
- Noi siamo banali: pensa che bello sarebbe pensare ad un fatto qualunque e immediatamente dopo passare oltre senza preoccuparsi? Non ti piacerebbe?
- No, credo di no!
- Te lo detto, sei povero!
- Sarà, ma se penso ho la necessità di compiere successivamente un’azione.
- Anche la mucca.
- Ma come: hai detto che poi la mucca se ne frega?
- Certo, e non è un’azione? La mucca è assai intelligente. Pesa le cose e poi…
- Scusa ma non riesco a pensare ad una mucca pensante.
- Ecco, è proprio così, vivi in un mondo nel quale ti rassegni allo spazio che ti è stato assegnato e non sei in grado eliminare la linea dell’orizzonte e lasciarti andare ad un piccolo sogno. Un sogno nel quale poter pensare che… saresti molto più felice a vivere con un intero gregge di mucche che tra uomini senza fantasia e immaginazione.
- Dici che non ho fantasia?
- Dico che sei povero!

Nessun commento:

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...