domenica 23 giugno 2013

Norwegian Wood di Haruki Murakami

Mi sono avvicinata da poco alla letteratura giapponese.

Complice un mini gruppo di lettura con due amiche ho letto il mio primo Murakami. 
Ci ho messo un po' perchè il tempo per leggere è sempre di meno, ma devo dire che passato il primo capitolo che non mi ha convinto, dal secondo la storia mi ha preso molto. Ieri sera poi non riuscivo a smettere di leggere. Gli ultimi due capitoli li ho praticamente letti ieri notte. 
(E dire che avrei dovuto  dormire visto che venivo da tre notti insonni causa tosse della monella!!!)

Più riguardo a Norwegian WoodProtagonista del romanzo è il giovane Toru, studente universitario alle prese con la vita in collegio a Tokyo e l'amore difficile, indeciso, sospeso per due ragazze: la malinconica e complessa Naoko e l'esplosiva ed eccentrica Midori. Due donne completamente diverse che lo attraggono e respingono e che lo sconvolgono in modo diverso. 

L'ho trovato nostalgico e malinconico, pieni di stati d'animo profondissimi, di solitudine, di atmosfere sospese e di parole non dette. Non tratta una tematica semplice, tutt'altro. Le inquietudine adolescenziali la fanno da padrona, a volte è molto duro. Alcuni pensano sia deprimente e triste. Io non mi sono depressa o intristita, ma spesso sono stata rapita dalle descrizioni.

Non è da tutti  Murakami, confesso. Mi hanno consigliato "A sud del confine, a ovest del sole" perchè più bello. Ma per ora mi fermo qui. Stasera vorrei iniziare un libro....meno impegnativo!

0 commenti:

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...