domenica 23 marzo 2014

Corso "Manovre di disostruzione pediatrica"

Domenica 16 marzo ho partecipato al corso di "Manovre di disostruzione pediatriche" organizzato dal Comitato locale di Scandicci della Croce Rossa Italiana.


Il corso è composto da una parte teorica e da una parte pratica.
Già durante la parte teorica ho capito quanta "ignoranza", nel senso letterale della parola, c'è in giro.
Ho capito subito che ho sempre fatto errori su errori,  e che mia madre, mia nonna e generazioni prima di loro hanno commesso errori.

In Italia purtroppo muoiono di soffocamento circa 50 bambini da 0 a 14 anni ogni anno. Una cosa tremenda solo pensarci.
Sull'onda dell'emozione per il piccolo bimbo morto, soffocato da un wurstel all'Ikea a Roma e parlando con alcune amiche mamme e non ancora mamme, ho deciso di scrivere questo post per cercare di dare corrette indicazioni e suggerire a chiunque ne abbia la possibilità di seguire questo corso.

Innanzitutto come ho già detto durante questo corso ho imparato che tutto quello che facevo prima è sbagliato.

La cosa principale da sapere è la diversa anatomia tra la gola di un adulto e quella di un bambino. Come si vede dalla diapositiva che ho scaricato proprio dal sito della Croce Rossa Italiana l'anatomia delle vie aeree di un bimbo e di un adulto è diversa.



La prima cosa a cui pensare è la PREVENZIONE.




Sono tanti gli alimenti che possono provocare un'ostruzione e quindi bisognerebbe evitarli. Pericolosissimi sono i cibi a forma rotonda perchè possono ostruire completamente le vie aeree e creare un'ostruzione totale.

Bisogna distinguere se si tratta di un lattante o di un bambino:



E bisogna distinguere ancora se si tratta di un'ostruzione parziale o totale.



In caso di ostruzione parziale, cioè quando il bambino riesce a tossire, piangere e/o parlare non bisogna fare alcuna manovra. Bisogna solo incoraggiare a tossire, perchè il corpo con la tosse cercherà di espellere quello che il bimbo ha ingoiato.
Per cui NO le classiche pacche sulla schiena. NO dire "guarda in alto, guarda l'uccellino ecc".
Mia madre diceva sempre "guarda la vecchina che abita sopra!
NO! Perchè si può peggiorare la situazione.



Come visto qualche immagine fa, le vie aeree di un bimbo hanno una conformazione conica. Dare le classiche pacche sulla schiena o invitare il bimbo ad alzare la testa verso l'alto, potrebbe peggiorare la situazione permettendo a ciò che ostruisce la via aerea di scendere maggiormente e rendere l'ostruzione da parziale a totale.
In caso di ostruzione parziale perciò è importante invitare il bimbo a continuare a tossire.


In caso di ostruzione totale, cioè quando il bambino NON riesce a tossire, piangere e/o parlare ed è ancora cosciente, bisogna intervenire immediatamente. La prima cosa da fare è chiamare AIUTO chiamando o facendo chiamare il 118.
In attesa dei soccorsi si può intervenire con le manovre di disostruzione.

Spiegare come si fanno queste manovre spetta ad un formatore, non a me; per questo consiglio ancora di informarsi e frequentare un corso.

Non tutti sanno che in Italia ogni settimana un bambino perde la vita per ostruzione da corpo estraneo delle vie aeree, ecco perché la Croce Rossa Italiana sta diffondendo in modo capillare su scala nazionale, la conoscenza delle manovre salvavita finalizzate a ridurre questo incredibile numero di incidenti mortali da soffocamento per il “non sapere“.


1 commento:

  1. Davvero interessantissimo! Appena ne hai parlato mi sono informata anche io ... mi piacerebbe farlo!

    RispondiElimina

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...