sabato 2 gennaio 2021

Fiori per i Bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni


Primo libro iniziato e finito nel 2021: Fiori per i Bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni.
Premesso che adoro De Giovanni e tutti i suoi Bastardi, questo libro mi ha molto colpito.
Senza voler spoilerare tanto, l'omosessualità nascosta dell'agente Alex Di Nardo, diventa protagonista. Un tema forte, quello trattato da De Giovanni che ci permette di meditare su quanto ancora siamo "arretrati" nel 2021.
Lo consiglio, anche se non avete letto gli altri della saga.
In realtà vi consiglio di leggerli tutti però.. 


lunedì 2 novembre 2020

L'amore vero


"Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?"Gli rispose: "Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello:" Amerai il tuo prossimo come te stesso".
Matteo (22,36-39)
L' Amore, quello vero, è un cammino lungo e difficile. 

lunedì 26 ottobre 2020

Il Marimo

Girovagando in rete ho trovato le foto di questa splendida alga … e me ne sono innamorata!

E’ un’alga che cresce in forma sferica di cui è molto semplice prendersi cura.

La forma si crea e si mantiene nel tempo grazie al costante movimento delle correnti presenti sul fondale dei laghi in cui cresce. Solo 3 paesi in tutto il mondo hanno la fortuna di ospitarla sui fondali dei loro laghi: Il Giappone, l’Estonia e l’Islanda. È un’alga d’acqua dolce di piccole dimensioni e venne chiamata Marimo dal botanico giapponese Tatsuhiko Kawakami nel 1898.

Mari” in lingua giapponese significa biglia.

Mo” è un termine generico per indicare le piante che crescono in acqua.

Questa alga è considerata simbolo dell’amore eterno e deve la sua fama ad un mito giapponese che narra la storia di due innamorati che sulle rive del lago Akan, trasformarono i loro cuori in Marimo e li gettarono sul fondo del lago per vivere per sempre insieme.
Questa alga infatti, nonostante abbia una crescita lentissima, è molto longeva: vive oltre 200 anni e cresce circa 5 mm ogni anno.

Nel 1921 è stata dichiarata Tesoro Naturale Giapponese e considerata una pianta protetta, in questo modo si è evitata la sua estinzione.

Al Marimo servono poche cure e attenzioni. È importante cambiare l’acqua una volta al mese e risciacquare il contenitore che la ospita. Non va esposta al sole diretto e va strizzata delicatamente durante il cambio dell’acqua. Ogni tanto un po’ di acqua frizzante la aiuterà a trasformare l’anidride carbonica in ossigeno. Non teme le temperature fredde, meglio garantirle temperature non superiori ai 25°.

Abituata a crescere sui fondali dei laghi, si può tenere anche in ambienti poco luminosi.

Se si vuole conservare la forma sferica nel tempo, si deve muovere regolarmente il contenitore: piccoli movimenti circolari che simulano le correnti dei fondali dei laghi in cui cresce in natura. 

Io l'ho sistemata su una mensola, lontana dalla finestra. Speriamo sia davvero longeva come dicono!!! 

sabato 24 ottobre 2020

I libri di Settembre

E' iniziata la scuola. E' ricominciato il corso di inglese. Non abbiamo ripreso ancora la palestra perchè purtroppo non ci hanno rifatto il certificato medico sportivo causa "braccio", ma continuiamo a fare la fisioterapia perchè purtroppo ne abbiamo ancora bisogna.  

Causa Covid quest'anno si hanno ingressi scaglionati. L'ingresso di Sofia è 8.05 per cui alle 7.45 siamo tutti fuori casa. 

La sera praticamente crollo con il Kindle in mano. Per cui dopo il grande exploit di agosto, il mese di settembre è stato povero di letture. Devo "riabituarmi" alle corse quotidiane!!!

A settembre ho letto un libro ... e mezzo:

1) Donne che comprano fiori di Vanessa Montfort
2) Un complicato atto d'amore di Miriam Toews 


Ho iniziato Donne che comprano fiori di Vanessa Montfort a fine agosto perchè me l'aveva consigliato un'amica e anche perchè mi ha colpito la copertina. 


Nel negozio di Olivia, nel quartiere più bohémien di Madrid, all'ombra di un olivo centenario, si incrociano le vite di cinque donne che comprano fiori. Tutte all'inizio lo fanno per gli altri, mai per sé: Victoria li compra per il suo amante segreto, Casandra per ostentarli in ufficio, Aurora per dipingerli e Marina per una persona che non c'è più. Dopo la perdita del marito, infatti, Marina si sente completamente smarrita. Mentre cerca disperatamente un modo per rimettersi in piedi, si imbatte per caso in Olivia e accetta di lavorare nel suo Giardino. Lì conoscerà altre quattro donne, molto diverse tra loro, ma che, come lei, stanno attraversando un momento cruciale della propria esistenza... Un viaggio nei sogni e nei desideri delle donne di oggi, alla conquista dell'indipendenza.

Ci ho messo un mese a finirlo. Non perchè non mi sia piaciuto, ma perchè davvero lungo e leggendo pochissimo solo la sera, sono andata avanti molto molto lentamente. 
Un racconto molto intenso, che scava nel profondo e tira fuori pensieri importanti e impegnativi. Per donne che hanno il coraggio di mettersi in discussione.

Il mezzo libro che ho letto è Un complicato atto d'amore di Miriam Toews. Cominciato con le ragazze del GDL, l'ho abbandonato ben prima della metà. Lento, poco interessante e difficile da seguire. 
Forse era sbagliato il momento. Chissà... forse lo riprenderò più in là!

Nomi cammina sotto la luna. Scrive il suo nome nella terra. Ha sedici anni nel posto sbagliato, un villaggio mennonita ai margini del mondo, e non può né fuggire né restare.Salta sul tappeto elastico all’alba, con il suo carico di visioni. Sua sorella teatrale e ribelle, piena di musica, che se ne va un mattino, con il furgone rosso, da quel paese in bianco e nero.Sua madre allegra e sognante che scompare due mesi dopo, senza valigia, senza passaporto.Nomi si dibatte come un animaletto in trappola.Fuma, fantastica, piange, sorride; prepara cene in ordine alfabetico.Si rade i capelli a zero, toglie la maglietta a Travis per baciarlo lentamente, giù alle cave, e fare l’amore in riva al fiume ascoltando Lou Reed e James Taylor.Non può abbandonare anche lei suo padre, fedele mennonita dolcissimo e triste, che passa le serate a fissare la strada e adora la Bibbia, gli isotopi e Yeats.Solo un complicato atto d’amore potrà donarle la libertà.Con la sua scrittura piena di intelligenza e dolcezza, con il suo personalissimo umorismo anche davanti alle situazioni più nere, Miriam Toews dà voce a un personaggio che non ci lascerà mai più.







domenica 18 ottobre 2020

Make a wish

Esprimi un desiderio... 

La tartaruga è il simbolo dello della famiglia. 

I made a wish ❤️

sabato 17 ottobre 2020

I libri del Gruppo di Lettura

 Ottobre comincia con un nuovo libro del GDL: Gilead di Marilynne Robinson.


Il pastore John Ames sarà morto quando suo figlio aprirà la lettera che gli sta scrivendo. Siamo nel 1956, John ha 76 anni e sente che la fine è prossima. Dieci anni prima ha incontrato l'attuale signora Ames, molto piú giovane di lui. La donna aveva sofferto molto: il pastore se ne innamorò e in lui la ragazza ha trovato conforto e assistenza. Ora sembra proprio che siano felici, sotto ogni punto di vista. Il vecchio padre sente che il figlio di sei anni non potrà mai veramente conoscere la sua storia. A Gilead, Iowa, la città che non ha mai lasciato, Ames inizia cosí a scrivere una specie di testamento, la storia della sua famiglia. Racconta di suo nonno, un uomo impegnato nelle lotte contro la schiavitù, del padre pacifista durante la guerra di Secessione. E poi si chiede: cosa ho imparato io da tutti voi?

Questi invece tutti i libri già letti!

1. Il canto della pianura

2. Le solite sospette

3. Le assaggiatrici

4. Chiamate la levatrice

5. Winesburg Ohio

6. Amok

7. La morte della pizia

8. Zeitoun

9. 7 fiori di senape

10. Le ragazze

11. La macchia umana

12. Revolutionary Road

13. Cortesie per gli ospiti

14. Terapia di coppia per amanti

15. Diario di una rondine

16. I testamenti

17. Veleno

18. Piccoli suicidi fra amici

19. La memoria rende liberi

20. Il crogiulo

21. Il racconto dell'ancella

22. Il mistero di Oliver Ryan

23. Aria sottile

24. Una stanza piena di gente

25. La teologia del cinghiale

26. Abbiamo sempre vissuto nel castello

27. L'uomo che mette a ordine nel mondo

28. La casa per bambini speciali di miss peregrine

29. Il pianista

30. Tabù

31. La luce sugli oceani

32. La scoperta del currywurst

33. Crepuscolo

34. Ninfee nere

35. Le cure domestiche

36. Che Dio perdona a tutti

37. Amore cucina e curry

38. Tanti piccoli fuochi

39.Il dottor Zivago

40. I giorni del tuono e del dolore

41. Cronaca di un servo felice

42. Quel che resta del giorno

43. Il mio anno di riposo e oblio

44. Le sette morti di Evelin

45. Cometa sull'annapurna

46. L'opera struggente di un formidabile genio

47. Riparare i viventi

48. Un aereo senza di lei

49. Tre tazze di tè

50. Heidi

51. L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello

52. Condominium

53. Scappa con me a Roma

54. Un complicato atto d'amore

55. Fiore di roccia



lunedì 12 ottobre 2020

Il perdono

"Quando siamo tentati di chiudere il nostro cuore a chi ci ha offeso e ci chiede scusa, ricordiamoci delle parole del Padre celeste al servo spietato: «Io ti ho condonato tutto quel debito perché tu mi hai pregato. Non dovevi anche tu aver pietà del tuo compagno, così come io ho avuto pietà di te?».

Chiunque abbia sperimentato la gioia, la pace e la libertà interiore che viene dall’essere perdonato può aprirsi alla possibilità di perdonare a sua volta."

Papa Francesco - Angelus del 17 settembre 2017




martedì 25 agosto 2020

Torta cioccolato e menta

Venerdì, approfittando di  giorno di ferie preso al volo, abbiamo deciso di fare una torta tutti insieme.
Enrico ha trovato girando sul web la ricetta di una torta con pan di spagna al cioccolato e la crema dio menta. Quindi abbiamo deciso di provarla. 

Ingredienti:

Per il Pan di Spagna:

2 uova,
140 g zucchero,
60 ml latte,
70 ml olio di semi di girasole,
150 g farina,
20 g cacao amaro,
mezza bustina di lievito per dolci

Per la Crema:
250 g mascarpone,
100 ml panna fresca,
100 ml sciroppo di menta

Per la Bagna:
latte
sciroppo di menta


Procedimento 

In una ciotola versare le uova intere con lo zucchero e con l'aiuto delle fruste elettriche mescolare, fino ad ottenere un composto spumoso. Unire il latte continuando a sbattere..




Aggiungere l’olio e sempre continuando a mescolare, aggiungere poco alla volta la farina ed il cacao amaro. Per ultimo unire il lievito per dolci. 
Mescolare per bene, fino ad ottenere un composto senza grumi.

Imburrare e infarinare una teglia e versare il composto. Cuocere in forno preriscaldato e ventilato a 170° per 20-25 minuti oppure in forno statico a 180° per lo stesso tempo. Una volta cotta, lasciatela raffreddare.


Preparare la crema montando per bene la panna, unire il mascarpone e mescolare sempre con le fruste fino ad ottenere una crema setosa.

(PS: ricordatevi di mettere la panna in frigo e se fa molto caldo mettete in frigo per una mezz'ora anche a ciotola e le fruste!!!)

Aggiungere lo sciroppo alla menta e mescolare ancora un po' fino ad ottenere una bella panna verde! 

Per la bagna, mescolare un po’ di latte con un goccio di sciroppo di menta.

Appena la base si è raffreddata metterla su un piatto da portata e bagnarla con latte e menta. 

La ricetta originale prevedeva una decorazione con la sac à poche. Ci abbiamo provato, ma forse a causa dell'eccessivo caldo la crema si stava liquefacendo, per cui abbiamo optato per una spennellata sopra, che sicuramente ha tolto molto all'estetica, ma nulla ha tolto al gusto della torta!!!
Buonissima davvero. 

E' davvero semplice da fare. La consiglio anche da fare con i bimbi che si divertiranno ad utilizzare le fruste!



giovedì 13 agosto 2020

Un nuovo ricamo

Dopo aver finito l'orchidea  che insieme alle ortensie aspetta ancora di essere incorniciata, ho iniziato un nuovo ricamo.

Questa volta non sono fiori. 
Volevo un tema "marino" da mettere in bagno.

Sono rimasta folgorata da uno schema Dimensions..

Si chiama "Shell on blue" disegnato da Lori Greff. È su tela aida blu, ma io ho apportato qualche modifica. L'ho iniziato su tela aida ecru... Giusto per cecarmi gli occhi!!!
Sembrava più semplice.. 
Sono proprio all'inizio! Speriamo non diventi un UFO!

martedì 11 agosto 2020

La frittata di pasta al forno

 Anche se siamo a dieta oggi ci siamo concessi un pranzo libero. Ho preparato la frittata di pasta al forno.

Ingredienti

300 gr. di bucatini
5 Uova
3 fette di prosciutto cotto
150 gr. di provola
q.b. Parmigiano
q.b. Sale
q.b. Burro (per lo stampo)

Preparazione

Cuocere la pasta al dente. Sbattere le uova aggiungendo parmigiano a piacimento e sale quanto basta. Aggiungere la pasta e amalgamare tutto.
In una teglia imburrata versare parte della pasta aiutandosi con le mani a stendere tutto per bene. Al centro mettere la provola tagliata a cubetti e stendere il prosciutto a fette. Versare il resto della pasta sopra e cospargere di parmigiano.
Mettere in forno statico a 160° precedentemente riscaldato per 55-60 minuti. Gli ultimi 5 minuti passare a grill per far dorare la superficie 

Questo è il risultato:


Un paio di osservazioni per la prossima volta: un uovo in più, un pizzico di sale in più e una teglia più alta!!!