lunedì 28 gennaio 2008

Parlami

 

Com’è duro parlarsi a distanza,
quando l’armadio del cuore
vorrebbe aprirsi in un fiotto di chiacchiere.
Eppure vedrai, se verrai: dopo secoli
non avremo che dirci, vi sarà solo un attònito,
goffo, appallottolato, bruciante silenzio.”
(Angelo Maria Ripellino)


Voglia di rivedersi. Ma anche paura. Che dopo tanto tempo, tanta distanza, tante email, non rimanga che la goffaggine e l’imbarazzo del silenzio.

 

Sembra scritto per me questo "Buongiorno" sul City di oggi.
..Parlami.
Di qualunque cosa, anche quella che ritieni meno importante.
Parlami di tutto quello che ti passa per la mente...
Io ti so ascoltare.

... Parlami.
Di qualunque cosa, però parlami.

 

0 commenti:

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...