giovedì 26 maggio 2011

Amiche di penna


Sto aspettando una lettera da un’amica di penna.
Una lettera sul vecchio foglio di carta. Con la posta tradizionale!
Si,  avete letto bene. Nell’era dei blog, di Facebook e della posta elettronica… io ho un’amica di penna!!!
E ci scriviamo pure lunghi papiri …

Ho sempre amato scrivere. Già alle scuole medie grazie alla prof. di Inglese corrispondevo con studenti di altri paesi per migliorare il mio inglese e per conoscere nuove culture.
Per anni ho ricevuto lunghe lettere e tanti da una ragazza canadese.

Poi nel 1996 mi venne l’idea di pubblicare un annuncio sul giornale di Smemoranda.
Ricordo di aver utilizzato una frase di Baglioni: “l'amico e una finestra sola per contenere tutto il mondo ... “
Quante lettere ho ricevuto.
Tralascio quei maschietti che mi hanno scritto la misura dei loro bicipiti.. GIURO!
Per un bel po’ di tempo ho avuto una fitta corrispondenza con ragazze di ogni parte d’Italia.
Con alcune ci siamo perse.
Altre invece mi hanno contattato su Facebook. E’ stata una piacevole sorpresa perché dopo anni…si ricordavano ancora di me !!!!

Con due in particolare è nata un'amicizia vera e duratura che va al di là del tempo, della lontananza e dei mille problemi che ognuno ha.
Dal 1996 continuiamo a sentirci/vederci/scriverci ininterrottamente.
Ricordo bene il primo incontro reale con loro.
La prima a Genova. Dopo mesi di lettere scambiate senza sosta mi ha invitato a casa sua a passare qualche giorno di vacanza. Ma la ricordo lì..nei pressi della Stazione Brignole con un vestitino rosso e un pancione enorme, in attesa della prima figlia.
La seconda al Porto di Napoli. Lei doveva prendere la nave per andare in Sicilia con marito e figlioletta. Io avevo preso un paio d’ore di permesso per poterla incontrare.
E’ stato emozionante poter dare un volto ad amiche che conoscevo solo “per corrispondenza”.
E in entrambi i casi ho avuto la sensazione di conoscerle da sempre … quasi fossero sempre presenti nella mia vita di tutti i giorni!

Ora ci sono i forum e i blog. E Facebok. Tutti nascosti dietro un video.
Però… l’emozione di aspettare una lettera, di tornare a casa e buttare l’occhio nella cassetta delle lettere che di solito è piena di fatture e pubblicità è qualcosa di impagabile.

1 commenti:

pinkmommy ha detto...

che belle queste amicizie! da ragazzina anche io avevo tante amiche di penna, ma non siamo state brave come voi a mantenere i contatti...è vero, l'attesa di una "vera" lettera è bellissima!

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...