mercoledì 19 ottobre 2011

Catene di libri

Non è la solita catena di Sant'Antonio, per fortuna.
Ho scoperto questa iniziativa di Anobii grazie ad un'amica di forum.
L'ho trovato un modo di diffondere la cultura diverso, soprattutto visto i prezzi dei libri.
In pratica funziona così:
una persona mette a disposizione un libro.
Si crea un gruppo di circa 12 partecipanti o più, a discrezione di chi crea la catena.
Il proprietario del libro spedisce il libro al primo iscritto della catena il quale lo legge e lo spedisce al secondo e così via. L'ultimo della catena lo rispedisce al proprietario.
Il tempo di lettura per ogni partecipante è massimo un mese.
Un tempo giusto anche per chi come me riesce a leggere solo la sera.
Regalo non scritta, che detta il buon senso, è quella di avere cura del libro.

Ho trovato 5 catene interessanti. Libri che mi avrebbe fatto piacere leggere che però non avrei comprato in libreria. E mi sono iscritta.
Ieri ho ricevuto il primo libro: "Non c'è silenzio che non abbia fine" di Ingrid Betancourt.
E' il racconto dei suoi sei anni di prigionia nella giungla colombiana.
All'interno del libro ho trovato dei post it.
Il segno del passaggio di altri lettori, di altre persone che hanno condiviso l'emozione di leggere quest'avventura. Io l'ho già iniziato e ieri sera non riuscivo a staccarmi.

Inoltre grazie a questa iniziativa ho scoperto una magnifica tariffa di Poste Italiane che non conoscevo: il piego di libri. Al costo di € 1,28 è possibile spedire libri fino a due kg. Incredibile, ma vero!




Nessun commento:

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...