giovedì 2 maggio 2013

Un week end in Val d' Orcia: Pienza e dintorni.

Approfittando del ponte e del compleanno di zia Dina, ci siamo regalati un bel week end a Pienza.
Siamo partiti venerdì 26 pomeriggio. Da Firenze sono scarse due ore.
Io e il maritino eravamo già stati a Pienza. Il nostro primo viaggetto da fidanzati.
Abbiamo alloggiato presso lo stesso B&B: La Chioccarella. Un posto splendido!

interni
Il Duomo
Venerdì pomeriggio abbiamo girato per Pienza.  E' il centro più rinomato della Val d'Orcia e il suo bellissimo centro storico è stato dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità. Nella principale piazza cittadina si può ammirare il bellissimo Duomo.


Ci sarebbero state tante altre cose da vedere con attenzione, senza solo passarci avanti: il palazzo comunale, il palazzo Piccolomini, la sede del Museo Diocesiano ecc... ma con una bimba piccola è davvero difficile poter visitare tutto.
Sofia si è divertita a correre e a giocare con il papà.

Sofia e papino
Sabato mattina, anche se il tempo non era bellissimo, anzi diciamo la verità... era proprio brutto abbiamo deciso di andare un po' nei dintorni.
Dopo una bella colazione, prima tappa è stata Montepulciano. Con un papino sommelier non poteva essere altrimenti!!!
Per cui, sosta obbligata è stata presso una delle più antiche cantine di Montepulciano: la Cantina De' Ricci.

Situata a pochi passi da Piazza Grande, la principale della città, sotto il rinascimentale Palazzo Ricci, c'è una delle più antiche e belle del mondo, a cui si accede per una suggestiva scala, che conduce il visitatore gradatamente a scoprire un luogo incantato. Il maritino sembrava Alice nel paese delle meraviglie!

In cantina
Però poi alla meraviglia della cantina è seguita la delusione per tutto il resto. 
Montepulciano è in pratica una sorta di grande "luna park del vino". Lungo il corso principale si alternano bazar con oggettini caratteristici, enoteche, wine bar/ristoranti.
Per carità, ovvio che il posto vive con il turismo ... ma ci è sembrato davvero eccessivo!

Dopo aver pranzato velocemente in un bar (e dopo aver scoperto che una bookhaolic era lì a due passi ma io non lo sapevo! sarà per la prossima volta!!!) ci siamo diretti verso Buonconvento. 
Ci era stato consigliato dai colleghi del maritino e visto che non era lontano siamo andati a visitarlo.
Il borgo trecentesco è piccolo piccolo ma è carinissimo. Passeggiando per quei vicoli sembra quasi di essere trasportati in un'altra dimensione. E passeggiando passeggiando abbiamo anche assaggiato uno dei più buoni caffè mai provati. Una torrefazione fatta appositamente per un bar del posto. Davvero straordinario... e se lo diciamo noi napoletani (che per noi il caffè è sacro!!!!) credeteci! 

Buonconvento 

Già quando siam venuti nel 2008 da queste parti avevo chiesto al maritino di visitare Trequanda, raccontata nel libro del mio amico Luca Bianchini "Se domani farà bel tempo".
Ma ecco come si presentava Trequanda sabato pomeriggio:


Tanta pioggia è venuta giù. Talmente tanta che non siamo potuti scendere dalla macchina. Peccato.
Non posso dire nemmeno "se domani farà bel tempo".... perchè la domenica avevamo appuntamento con zio Marco e zia Dina che hanno prenotato a Pienza per festeggiare il compleanno di Dina.

Per fortuna però domenica il sole si è degnato di uscire. Abbiamo aspettato gli zii giocando ai giardinetti.

Però poi appena arrivati siamo tutti andati a fare la pappa. Il maritino aveva prenotato un ristorante buonissimo vicino Pienza. Ci avevamo festeggiato l'addio al celibato di un amico e quindi sapevamo quanto si mangia bene. Il ristorante si chiama "La botte piena" e se vi capita di andare da quelle parti ve lo consiglio davvero.
Abbiamo mangiato e bevuto tanto tanto.
Il maritino da bravo sommelier si è letto la consistente Carta dei Vini e ha scelto un ottimo vino, ricevendo anche i complimenti del maitre per la scelta!

Dopo il lauto pranzo e prima della partenza, abbiamo approfittato del bel tempo per fare ancora due passi a Pienza. Abbiamo passeggiato al sole e ci siamo rilassati. Non prima ovviamente di aver fatto una ennesima sosta ai giardinetti perchè Sofia voleva andare sull'altalena!!!

Abbiamo passato un bel week end. Ci siamo riposati, abbiamo mangiato e abbiamo visto tanti bei posti.
La Val d'Orcia è un posto meraviglioso. E vale la pena tornarci.













3 commenti:

Maria Elena Garavini ha detto...

bella Pienza!
la Val d'Orcia la sto girando abbastanza negli ultimi anni, perché abbiamo come punto di riferimento Bagni San Filippo.
merita davvero tantissimo, così come anche il massiccio dell'Amiata: meno turistico, ma non senza fascino.
(Trequanda mi manca!!! sono curiosa...)

Anonimo ha detto...

bello...conosco un po' la regione...quasi quasi ci torno ...

Imma ha detto...

A me manca l'Amiata... Provvederò ;)

Posta un commento

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...