venerdì 8 febbraio 2013

Il meccanico delle rose di Hamid Ziarati

Uno dei più bei libri letti finora. Era tanto che un libro non mi prendeva così. Ringrazio ancora la mia amica Lelena per averne parlato nel mio forum preferito e per averlo gentilmente messo in catena.
L'ho letto d'un fiato, senza riuscire a staccarmi.
Reza, il meccanico delle rose è il protagonista. Ma la sua storia è raccontata indirettamente attraverso le persone più importanti della sua vita.
Akbahr, il padre che ci fa conoscere il segreto della sua nascita.
Khodadad, il cugino e amico di infanzia con il quale scappa dal paese natio.
Donya, la giovane moglie che ha la metà dei suoi anni e che ha sposato senza conoscere.
Mahtab la figlia adoratissima che purtroppo è vittima dei Guardiani della Rivoluzione.
Infine Laleh, l'amante, con il nome di un fiore, che dal letto di un ospedale, ormai in fin di vita, ricapitola tutta la storia. 
E con il suo racconto il cerchio si chiude. 
Sullo sfondo l'Iran, mai nominato ma che si riconosce senza ombra di dubbio.

Mi è stato difficile lasciar andare ogni singolo personaggio. Khodadad poi... mi ha fatto anche scappare la lacrimuccia. Mi sono emozionata e mi è sembrato di esser lì con lui in ogni momento della vita di Reza.


dalla quarta di copertina:

Se è vero che «noi siamo bambole e il Cielo è una bambina», come recita una quartina di Omar Khayyâm, forse la vita di ognuno di noi - come quella del protagonista di questo romanzo - può essere raccontata attraverso le storie di chi ci ha sfiorati. È questa la scommessa struggente del Meccanico delle rose.

«Dice che solo lui conosce i ghiribizzi delle sue rose, solo lui capisce, dal colore dei petali, di quale attenzione hanno bisogno. Le annaffia ogni giorno, e tiene più puliti quei cespugli che le sue unghie, sempre sporche di grasso. Usa un oliatore a becco lungo per concimarle alla base e una pistola per la verniciatura contro i parassiti. Quel giardino è il suo paese dei balocchi, dove tornare a essere un bambino che gioca a fare il meccanico delle rose».

2 commenti:

  1. Sono felice che ti sia piaciuto! Anche per me è stato un libro denso di emozioni, mi ha fatto piacere poterlo condividere ;)
    Lele

    RispondiElimina
  2. Ciao Imma, con piacere ho scoperto il tuo blog. E' davvero molto molto bello e soprattutto interessante.
    Acquisterò sicuramente questo libro, perchè da come ne parli deve essere un grande capolavoro.
    Ti auguro una piacevolissima serata...
    Un abbraccio..
    dolcissimamenthe.blogspot.it

    RispondiElimina

mi fa piacere sapere cosa ne pensi...